Altro che App

Distributori automatici 24/7 per le strade, presso tabacchi (forse saranno di loro proprietà o li diamo in comodato) che eroghino contro prezzo irrisorio (10 cent? 20?) un foglio di carta e una busta da lettera.

No, forse non presso i tabacchi ma accanto a belle librerie (s’intendono tutte quelle che sul frontone non recano il nome di un editore), ma forse ogni bella libreria dovrebbe essere un tabacchi.

E viceversa.

Sarà il design o il Dasein a sancirne il successo?

Nel nulla di almeno un secolo in cui s’è smesso di poter parlare non s’è mai scritto così tanto (istantanea-/telematica-/obnubilata-/coprofagica-mente).

E sposeremmo anche (“Fragilità il tuo nome è matrimonio”) buona parte del drittume hipster postmod, scegliendo come primo target gli adepti del mercimonio del vintage perpetrato da illustri antesignani quali la Signora Polaroid o, meglio, quei bravi ragazzi dell’Orma editore che producono e impacchettano libretti di autori classici e li destinano al cliente già enveloppati e con lo spazio per destinatario e francobollo (o forse i loro Pacchetti sono già affrancati? Ecco, potremmo prevedere la possibilità di donarle anche noi le nostre buste già affrancate (col sovrapprezzo necessario in rapporto alle poste italiane (magari anche con la trasparenza diafana ialina di un packaging tale che il nostro distributore faccia persino vedere il momento della leccata (come i nuovi distributori di bevanda al gusto di caffè ti fanno vedere come da loro esce tale o talaltra cicuta (inserire canzonatura a piacere del rapporto trasparenza-grillismo), e magari prevedere un negro ad eseguire la leccata? (Ma ormai non si lecca più il francobollo e, soprattutto, non possiamo leccare una busta con lettera scritta dentro a priori, sarebbe un business autentico, quindi infame, mentre la nostra proposta si ferma al livello del libello, della boutade (del lavello?)) Per non farci rubare il momento e il “lavoro” più bello, l’unzione mediante secrezione salivare, ricalcherei le orme di queste parentesi e casserei l’idea di dar già francobollate le buste. Che poi il francobollo a parte potremo mai venderlo (visto e considerato il benedetto Stato e il benedetto suo monopolio (che poi, del termine, passa a tutti inosservata la contraddizione pseudoetimologica?)? Non riesco a contarle, chiuderò con frase da ragazzina nuda su tumblr, “alkune parentesi non si kiudono mai”.

Si cercano finanziatori e capitani d’impresa: fiat iustitia (ne?) pereat mundus.

 

Postfazione prefativa (non viceversa, stavolta): Che non si dica che non si sia prodotto nulla a seguito della nostra pulviscolarizzazione come gruppo in Italia, Europa, Mondo della Modernity at large, anzi; ma visto che questo intervento nel suo farsi (sì è tradotto dal persiano, per questo non si capisce molto) si è rivelato allo scrivente come espressamente indirizzato, per volizione sua-di-lui, a quella speciale piccionaia di belle anime che si è e continua ad identificarsi in quell’Alibi che (spero non perdoniate la retorica) sappiamo sempre dove si situa, insiste ma non trova sempremai compostezza né baldassarra castiglionità, e a cui volgeva il pensiero dello scrivente suddetto e sottoscritto, s’è ritenuto opportuno riprendere le credenziali di questi lotti vacanti che ci siamo scavati nell’etere tramite profili, e qui postarlo.

Postfazione S.S. (Strictu Sensu): Questo “intervento” è stato scritto mentre l’autore (non) guardava “Una questione privata”, film recenterrimo dei fratelli Taviani (e, sia detto en passant, che culo essere fratelli in armi cinematografiche e avere già un cognome al plurale!) su rimaneggiamento libero del singolare libro di Fenoglio: si lascia ai celebri venticinque lettori rintracciare o inventare le motivazioni per cui si è prodotto questo pezzo invece che guardare il film, che non si sa se consigliare.

Nota a margine nata nell’immediato prosieguo della (non) visione grazie a simposiarchi occasionali e amici profani: altra idea di business è allevare scarafaggi (Cfr. apocalisse culinario paventato dall’acquisizione de iure condendo della proprietà di commerciabilità/edibilità degli insetti nel Bel Paese), Kafka S.p.a.

 

793full-marpessa-hennink

Ferdinando Scianna, Marpessa, Acitrezza, 1987

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...